Insalata di polpo fredda: il mare in casa vostra!

//
Ricette

Che sia servita come antipasto, come secondo o, perché no, come piatto unico, l’insalata di polpo può risolvere un pranzo od una cena con amici, facendovi fare un’ottima figura! Se avrete la pazienza di leggerci e, soprattutto, vi andrà di cimentarvi un po’ in cucina, oggi vi daremo tutti i consigli per un’insalata di polpo e patate che vi farà letteralmente leccare i baffi!

Polpo in insalata: meglio fresco o congelato?

Nei supermercati, di polpo congelato potrete trovarne quanto ne volete, spesso anche decisamente buono, ma chi ha assaggiato il polpo fresco sa bene che la differenza si sente, ed anche molto.

La decisione sta a voi: dovete scegliere fra un’insalata di polpo buona ed un’insalata di polpo buonissima, che richiederà una preparazione un po’ più lunga, ma che vi ripagherà di tutti gli sforzi!

Quindi, se volete seguire il nostro consiglio:

  • Acquistate del polpo freschissimo dal pescivendolo (lo riconoscerete dai colori vividi, dalla muscolatura tenace, e dalla patina lucida che lo riveste).
  • Una volta a casa, privatelo delle interiora, degli occhi e del rostro.
  • Sciacquatelo bene sotto l’acqua per torgliergli la patina viscida.

Una volta pulito, non vi resterà che cuocerlo, magari battendolo prima delicatamente con un batticarne, per ammorbidirne le fibre.

Per quanto riguarda il tempo di cottura, considerate che di solito si calcolano 40 minuti per Kg, ma la cosa migliore è provare a bucarlo con i rebbi di una forchetta: se pentrano agevolmente nella carne, vuol dire che il polpo è cotto.

Patate lesse: qualche consiglio indispensabile.

Protagoniste della nostra insalata di polpo, insieme a quest’ultimo, sono ovviamente le patate, che renderanno il piatto ancora più appetitoso.

Al momento di comprarle, sceglietele personalmente e preferite quelle:

  • Belle sode.
  • Con una consistenza ed un colore omogenei.
  • Senza ammaccature o parti più molli.
  • Con la buccia non raggrinzita e senza germogli.

Una volta acquistate conservatele in un ambiente fresco e asciutto (mai in frigorifero), possibilmente al buio, per non alterarne le qualità organolettiche.

Al momento di prepararle, sciacquatele bene sotto l’acqua per eliminare tutti i residui di terra e, una volta sbucciate, immergetele in acqua fredda fino a quando non le bollirete (eviterete che si anneriscano).

Le patate si cuociono immergendole in acqua fredda salata e facendole bollire fino a quando la punta di una forchetta non vi affonda facilmente (in media ci vorranno fra i 20 ed i 30 minuti).

A questo punto, per preparare un’insalata di polpo perfetta non vi manca propio nulla, a parte un po’ di buona volontà!